Vecchi tavoloni dei Masi di montagna e dei Fienili utilizzati dalle fattorie di alta quota per ospitare gli allevamenti di pecore e mucche nei periodi estivi.
Vengono recuperati i pali, le travi e i tavoloni grezzi delle strutture esterne ed interne per essere lavorate a valle dalle segherie e successivamente dalle fabbriche di parquet prefiniti in legno, dando vita a dei lavori d’arte che mettono in risalto gli anni rimasti alle intemperie di aria, acqua e vento.
Legni come Rovere, Ontano, Abete e Larice vengono puliti e trattati per lasciare più originale possibile la superficie esterna di legno nobile cosiddetta 1^ PATINA; si utilizzano comunque anche gli strati interni per ottenere dei pavimenti in legno prefiniti di pregio con legno nobile di 2^ PATINA.
Legni vecchi di ROVERE e LARICE, ABETE e ONTANO danno vita ai pavimenti prefiniti composti da uno strato nobile e da un supporto per controbilanciare il tutto e proponendoli nelle due scelte indicate.